Sat

06

Sep

2014

Perché ho lasciato Tokyo? : Una lettera da un medico a Kodaira

Dr. Mita
Dr. Mita

 (Shigeru Mita, un medico di clinica Mita, a Kodaira, Tokyo)

 

 Ho chiuso la clinica il marzo 2014, che aveva servito la comunita di  Kodaira per più di 50 anni dal momento della nascità di mio padre, e ho iniziato una nuova clinica a Okayama il 21 di aprile.

 

 Ho servito come un membro del consiglio di amministrazione dei medici in Kodaira dal 1990, quando ho cominciato a visitare pazienti presso la clinica di mio padre, in questi 10 anni, lavoravo per stabilire i provvedimenti contro disastro di emergenza della città.

 A Tokyo, la prima misura per le calamità sarebbe quella contro i terremoti.

 In caso di terremoto a sud-est che è previsto con un'alta probabilità, è ragionevole ipotizzare uno scenario di crollo nella centrale nucleare di Hamaoka in prefettura di Shizuoka, seguita da contaminazione radioattiva a Tokyo.

Sono stato preoccupato per la probabilità delle contaminazioni da radiazioni a Tokyo, quindi ripetutamente chiedevo all'associazione medica, il governo municipale e il dipartimento di sanità pubblica locale per fare scorta di iodio medico. Tuttavia, ogni volta che la mia richiesta è stata respinta; Il motivo è che Tokyo non si aspettava un tale evento. Quindi non c'era nessun piano per la preparazione per l'evento.

 

Nel pomeriggio dell' 11 marzo 2011, Tokyo ha sperimentato movimenti lenti ma grandi nel terremoto.

 

Ho pensato, "ora questo è ciò che si chiama movimenti sismici di lungo periodo. Il terremoto a sud-est, con il seguente incidente di centrale nucleare di Hamaoka che stanno finalmente succedendo". Invece, la sorgente del terremoto era in Tohoku.

 

 La temperatura dei reattori di centrale nucleare di Fukushima Daiichi aumentava e ha causato enormi esplosioni, seguite da crolli e fusioni delle strutture (melt-through).

 

È chiaro che l'est Giappone e le zone metropolitane di Tokyo sono stati contaminati da radiazioni.

 

La contaminazione del suolo può essere dimostrato misurando Bq / kg.

Nei 23 quartieri di Tokyo Metropoli, la contaminazione nella parte orientale è 1000-4000 Bq / kg e la parte occidentale è 300-1000 Bq / kg.

 

La contaminazione di Kiev, la capitale dell'Ucraina, e al di sotto 500 Bq / kg (solo Ce137).

Germania Ovest dopo l'incidente di Chernobyl ha 90 Bq / kg, l'Italia ha 100 e la Francia dispone di 30 Bq / kg in media. Molti casi di problemi su salute sono stati segnalati in Germania e in Italia.

 

 A Shinjuku, secondo la posizione del governo municipale di Tokyo, la radiattività è stata

misurata a 0,5-1,5 Bq / kg prima del 2011. Attualmente Kodaira dispone di 200-300 Bq / kg di contaminazione.

 

Mi raccomando a tutti voi di guardare il programma del canale NHK, "ETV speciale: incidente nucleare di Chernobyl: Relazione da una terra contaminata", che è disponibile su internet.

 

Penso che sia importante conoscere le persone che hanno visitato Bielorussia e Ucraina, e sentito le storie di gente del posto, hanno visto e sentito lì, e ascoltare coloro che hanno servito nelle operazioni di soccorso a Chernobyl in passato.

 

La loro esperienza dice che Tokyo non dovrebbe più essere abitata, e che coloro che insistono a vivere a Tokyo dovrebbero regolarmente andare in zone più sicure a scopo terapeutico.

Questioni come lo spopolamento e il declino dello stato stanno diventando sempre più serie per seconda e terza generazione ucraini e bielorussi oggi, e temo che questo possa essere il futuro del Giappone orientale.

 

Dal dicembre in 2011 conducevo esami ecografici tiroidei, test di funzionalità tiroidea, esami del sangue generali e test biochimici su circa 2000 persone in maggioranza famiglie della zona metropolitana di Tokyo che esprimono preoccupazioni sugli effetti delle radiazioni.

 

Ho osservato che le cellule del sangue bianco, soprattutto neutrofili, sono in diminuzione tra i bambini sotto l'età di 10. Ci sono casi di calo significativo del numero di neutrofili in quelli di 0-1 anni nati dopo il terremoto. In molti pazienti i sintomi svanivano dopo il trasferimento al Giappone occidentale (4500).

I pazienti riferiscono sangue dal naso, perdita di capelli, mancanza di energia, emorragie sottocutanee, visibile emorragia urinaria, infiammazioni della pelle, tosse e vari altri sintomi non specifici.

 

Kodaira, Tokyo occidentale, è una delle aree meno contaminate del Kanto, tuttavia, abbiamo iniziato a notare dei cambiamenti nei risultati degli esami del sangue per bambini intorno alla metà del 2013, anche in questo settore.

 

La contaminazione a Tokyo sta progredendo, è ulteriormente aggravata con la concentrazione di radiazioni urbana, o l'effetto dei sistemi di igiene urbana come il sistema di fogna e l'incenerimento di rifiuti perché i rifiuti contaminati vengono raccolti e compressi.

 

I dati misurati da gruppi di cittadini hanno dimostrato che i livelli di radiazione sugli alvei di fiume Kawabori a Higashiyamato e Higashimurayama di Tokyo erano aumentati drasticamente negli ultimi 1-2 anni.

 

Mi preoccupano anche altri sintomi riferiti dai pazienti generali, come asma persistente e sinusite. I pazienti mostrano un miglioramento notevole una volta che si allontanano.

 

Anche io osservo moltissimi casi di polimialgia reumatica caraterizzata da disturbi come "difficolta di voltarsi nel letto", "incapacità di vestirsi e svestirsi" and incapacità di alzarsi" tra i pazienti di mezza età e anziani. Potrebbero essere questi gli stessi sintomi di reumatismi muscolari che sono stati registrati a Chernobyl?

I cambiamenti sono evidenti anche nella manifestazione di malattie contagiose come l'influenza, malattia Foot-and-mouth e herpes zoster.

 

Molti pazienti riferiscono di sintomi non familiari o di cambiamenti insoliti nei loro corpi. Forse si sentono a loro agio parlando con me, sapendo che la mia clinica informa con segni di possibili sintomi legate alle radiazioni appena dopo l'incidente nucleare.

 

Molte giovani coppie con bambini piccoli e donne che sono preoccupate per i loro nipoti visitavano la mia clinica e sinceramente si impegnavano nella discussione, e non c'erano pazienti che resistevano alle mie opinioni critiche sugli effetti delle radiazioni.

 

Fin dal 3.11, tutti coloro che vivono in Giappone orientale incluso Tokyo sono vittime, e tutti sono coinvolti.

 

Abbiamo scoperto che la nostra conoscenza della disciplina di radiologia è completamente inutile per un disastro nucleare.

La parola chiave qui è "irraggiamento interno a basso livello e di lungo periodo".

Questo differisce notevolmente da irradiazione medica o semplice esposizione esterna alle radiazioni.

 

Non voglio essere coinvolto in questioni politiche; tuttavia, devo affermare che non ci si può fidare delle politiche dell'OMS, l'AIEA o del governo giapponese. Sono semplicemente troppo distanti dalle dure realtà che le persone a Chernobyl ancora affrontano oggi.

 

Parlando con i parenti provenienti dal Giappone orientale che vedo qui a Okayama c'é una sensazione che ho avuto per un lungo periodo di tempo e ho confermato.

 

Le persone sono veramente affetti da questa assoluta mancanza di supporto. Dal 3.11, le madri hanno studiato freneticamente sulle radiazioni per proteggere i loro figli.

 

In mezzo al loro ambiente ostile a Tokyo, dove non potevano più fidarsi nè degli uffici pubblici nè delle scuole dei loro figli.

 

I medici di famiglia erano disposti ad ascoltare su altri sintomi, ma cambiavano colore in viso alla minima citazione di radiazioni e ignoravano le domande delle madri.

 

Le madri non potrebbero nemmeno più parlare apertamente con gli amici perché l'atmosfera di Tokyo é diventata sempre più soffocante.

 

Credo che sia nostro dovere di medici istruire il pubblico giapponese.

 

Questo é il nostro ruolo di esperti, avendo conoscenza della salute che il pubblico in generale non possiede. Tre anni sono passati in fretta dopo il disastro.

Nessuna scuola medica nemmeno libri elaborano su malattie da radiazioni. Tuttavia, se il potere per salvare i nostri cittadini e le generazioni future esiste da qualche parte, non si trova all'interno del governo o di qualunque forma di associazione accademica, ma nelle mani di singoli medici clinici, in noi stessi.

 

Gli abitanti di Tokyo non sono purtroppo in grado di compatire le regioni colpite del Tohoku, perché sono vittime esse stesse. Il tempo stringe. Ho fatto un passo in avanti e sono tra i primi evacuato a ovest.

 

I miei colleghi medici di medicina, sto aspettando voi qui. E per le persone in Giappone orientale che ancora esitano, spero che tutto il mio sostegno faciliti e consenta la vostra evacuazione e il trasferimento, o diventi un sollievo temporaneo nel Giappone occidentale.

 

(Read in English  and French. The Italian text is sited from Mr. KINOSHITA kouta's blog.

http://blog.goo.ne.jp/nagaikenji20070927/e/8a8667eafcbce3302ca922d1eeb9ca85

Translaor to Italian remains anonymous). 

 

Write a comment

Comments: 0